SCORDIA. Tornano i festeggiamenti in onore di San Domenico Savio

Nella seconda settimana del mese di luglio tornano quest’anno i festeggiamenti in onore di San Domenico Savio, titolare dell’omonima Parrocchia della zona alta di Scordia. Quella di quest’anno è un’edizione che assume un particolare significato di speranza e di auspicato ritorno alla “normalità”, collocandosi nella fase di ripresa dai periodi più cupi della pandemia, nei quali le manifestazioni esterne sono state forzatamente sospese.

Il programma degli appuntamenti è quello consueto. Il Triduo si aprirà giovedì 7 luglio, con la Celebrazione Eucaristica presieduta alle ore 19.00 da don Luciano Di Silvestro, Parroco di S. Francesco di Paola e S. Pietro in Caltagirone, che mediterà il tema “Domenico Savio, apostolo della gioia”. Venerdì 8 luglio, invece, a predicare sul tema “Domenico Savio, apostolo della preghiera”, sarà don Salvo Luca, Rettore del Seminario Diocesano di Caltagirone, che presiederà la Celebrazione Eucaristica. Sabato 9 luglio la Celebrazione Eucaristica della Vigilia, meditata sul tema “Domenico Savio, apostolo della vita” sarà presieduta da don Pasqualino Di Dio, Missionario della Misericordia e iniziatore della Casa della Misericordia di Gela. In questa occasione, come è tradizione, sarà rivolta una particolare benedizione alle mamme in attesa, di cui San Domenico Savio è patrono. In serata, intorno alle ore 21.00, il sagrato della Parrocchia ospiterà un momento di musica e animazione. Infine, domenica 10 luglio, giorno tradizionale della festa, alle ore 19.30 sarà il Vescovo di Caltagirone, S.E. Mons. Calogero Peri, a presiedere la solenne Celebrazione Eucaristica, al termine della quale il ligneo simulacro di San Domenico Savio tornerà, dopo due anni, ad attraversare in processione le vie del quartiere a lui dedicato, salutato dai fuochi d’artificio, dalle strade agghindate a festa e dalle note delle marce sinfoniche eseguite dalla banda musicale, elementi tradizionali del folklore siciliano.

«Ogni anno la figura di San Domenico Savio ci interpella fortemente a prendere sul serio la nostra chiamata alla santità, che tutti abbiamo ricevuto in dono dal Signore in ragione del nostro Battesimo», ha commentato don Rocco Todero, che vive i festeggiamenti per la prima volta da Parroco di San Domenico Savio. «Guardando questo giovane e grande testimone di Cristo, chiediamo anche noi la grazia di essere “contagiati” dalla sua stessa gioia e dal suo entusiasmo per il Signore – ha aggiunto – perché anche noi possiamo essere gente santa che vive nella grande santità di Dio».

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.