Mercatini di Natale: domande entro le 13 di venerdì 18 novembre.

Il Servizio Sviluppo economico – Suap del Comune di Caltagirone ha emesso due avvisi (https://www.comune.caltagirone.ct.it/index.php/ente/avvisi) relativi, attraverso la concessione di posteggio temporaneo, alla realizzazione, dal 2 dicembre 2022 all’8 gennaio 2023, dei mercatini di Natale, attrazione per i tanti visitatori che, nel periodo natalizio, giungono nella città della ceramica.

In particolare, con uno comunica l’intenzione dell’Amministrazione di mettere a disposizione di hobbisti, produttori agricoli e artigiani di prodotti enogastronomici l’area al chiuso della Galleria “Luigi Sturzo”, la terrazza dell’ex Pescheria e l’atrio di Palazzo Reburdone, Indicata altresì la data – le 13 di venerdì 18 novembre – entro cui gli interessati devono presentare le istanze. Con l’altro avviso lo stesso Servizio comunica la volontà dell’Amministrazione di mettere a disposizione, per esposizione e vendita diretta di prodotti agricoli, florovivaistici e artigianali, per esposizione e vendita diretta da parte di hobbisti e per attività commerciali varie, gli spazi all’aperto di Largo Pianiolo, Largo San Giorgio, Villa Patti e del parco dell’ex Educandato San Luigi e gli spazi al chiuso costituiti dagli immobili comunali di piazza Municipio 5, via Taranto 14 e via Luigi Sturzo 12. Anche in questo caso le domande devono essere proposte dagli interessati entro le 13 di venerdì 18 novembre.

“Rispetto all’anno scorso – sottolinea l’assessore alle Attività produttive Piergiorgio Cappello – abbiamo incrementato l’offerta turistica mettendo a disposizione degli operatori più spazi dove esporre sia al chiuso che all’aperto e anche alcuni immobili del Comune che si trovano  attorno al Palazzo municipale. Inoltre gli spazi in questione si trovano sia nel centro storico, sia nella zona nuova, in modo da coinvolgere nelle iniziative del Natale tutta la città. Ringrazio – conclude l’assessore – le associazioni di categorie per la fattiva collaborazione e gli uffici per l’ottimo lavoro svolto”.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *