La collezione di ceramica contemporanea del progetto “Primedicopertina” in mostra a Caltagirone

In mostra al MACC (Museo Arte Contemporanea Caltagirone), nell’ex Ospedale delle Donne (via Luigi Sturzo 167), da venerdì 20 maggio (inaugurazione alle 18,30), le oltre 50 opere di 30 maestri che costituiscono la prima sezione, denominata “Presente Futuro”, della collezione di ceramica del progetto “Primedicopertina 33/43”. I 30 maestri sono tra i più importanti nella scultura ceramica contemporanea: Aldo Ajo, Philippe Artias, Vanda Muky Berasi, Franco Bucci, Nino Caruso, Tiziano Dalpozzo, Federigo Fabbrini, Marcello Fantoni, Candido Fior, Ilario Fioravanti, Goffredo Gaeta, Guerrino Tramonti, Bruno Gambone, Guido Gambone, Nedda Guidi, Leandro Lega, Alfonso Leoni, Adriano Leverone, Aldo Londi, Guido Mariani, Domenico Matteucci, Andrea Mauro, Mario Pezzi, Ivo Sassi, Ettore Sottsass, Franco Summa, Giuseppe Tampieri, Alessio Tasca, Wladimiro Tulli, Carlo Zauli.

L’apertura dell’esposizione avviene in occasione di “Buongiorno Ceramica”, la festa diffusa della ceramica italiana che coinvolge le 45 città della ceramica associate all’AICC (Associazione Italiana Città della Ceramica) e che, a Caltagirone, sabato 21 e domenica 22 maggio, propone un ricco programma di appuntamenti fra performance, laboratori, botteghe aperte, mostre, spettacoli musicali itineranti e dimore storiche da visitare. “Presente Futuro” sarà visitabile sino al prossimo 2 ottobre nei giorni di martedì, giovedì e sabato, dalle 9 alle 13. Per informazioni e visite di gruppo, telefonare ai numeri 0933.41812 – 095.7560660.                      

Fin dalla sua fondazione, nel 1990, la rivista D’A non solo ha testimoniato i molteplici aspetti del nostro artigianato attraverso articoli, servizi fotografici, mostre e informazioni, riguardanti   personalità ed eventi di grande interesse, ma è stata anche particolarmente attiva nel   costituire un archivio di opere di artisti. Questo è avvenuto, infatti, tramite il progetto “Primedicopertina”, ideato con la finalità di raccogliere opere di artisti di vari settori dell’artigianato. Nel tempo si è andata formando una collezione assai significativa di esemplari, a ciascuno dei quali è stata dedicata una copertina della rivista, e a queste opere se ne devono aggiungere altre provenienti da  varie donazioni. Dal 2011, con l’acquisizione del periodico La Ceramica Moderna & Antica, il progetto si è esteso anche agli esemplari in ceramica comparsi sulle copertine di questa rivista. La collezione dedicata al settore della ceramica contemporanea che è venuta a costituirsi  rappresenta una selezione di differenti percorsi culturali, testimonianza di importanti ricerche e di sperimentazioni  qualitativamente assai interessanti dei più noti maestri.

La collezione di ceramica del progetto “Primedicopertina” è in continuo divenire ed è attenta a cogliere e a mettere in evidenza le tendenze più significative e vitali di questo settore.  La prevalenza delle opere è costituita da pezzi unici, ma vi troviamo anche esemplari pensati per la funzione pratica, come ad esempio le ceramiche di Franco Bucci e del suo atelier, ma anche interpretazioni di esemplari appartenenti alla tradizione come la rivisitazione dell’impagliata di Tiziano Dal Pozzo. La collezione  è stata suddivisa in due sezioni: la prima, in mostra a Caltagirone,  documenta l’operato di artisti oramai scomparsi, mentre la seconda raccoglie le testimonianze di personalità ancora molto attive nel settore della ceramica.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *