Interventi per il miglioramento e la commercializzazione della viticoltura da mensa in Sicilia: l’attività dell’Opas

Il comparto dell’uva da tavola è in fase di rapida evoluzione e soggetto ad una serie di profondi cambiamenti che stanno investendo il mondo produttivo e commerciale.
Oggi l’Italia, ancora in atto Paese leader in Europa sia a livello di produzione che di esportazione, deve confrontarsi con altre aree viticole emergenti, nonché con le produzioni provenienti dagli altri emisferi che, se prima non erano sovrapposte alle produzioni del nostro emisfero, recentemente tendono sempre più a coincidere con quelle delle nostre latitudini aumentando così la competizione.
In questo contesto la Sicilia ha un ruolo di primaria importanza con i suoi distretti produttivi localizzati nella zona centro meridionale, nella provincia di Agrigento e nel comprensorio di Mazzarrone, Licodia Eubea e Caltagirone in provincia di Catania e nei territori di Acate, Vittoria, Chiaramonte Gulfi e Comiso, in provincia di Ragusa.
Questo territorio, generalmente denominato “di Mazzarrone”, particolarmente vocato, è a pieno titolo considerato leader di eccellenza per l’uva da tavola tanto che può fregiarsi di un marchio a indicazione geografica protetta, Uva da Tavola di Mazzarrone IGP.
In tale contesto la possibilità di scelte varietali innovative e in grado di soddisfare le esigenze dei consumatori diventa una esigenza prioritaria.
Infatti, nonostante l’ampiezza del germoplasma viticolo esistente, la ricerca di innovazione è sempre attiva.
I principali criteri di selezione per le nuove varietà riguardano l’elevata e costante produttività, la tolleranza agli stress biotici e abiotici, l’attrattività estetica del grappolo e della bacca, la consistenza della polpa, l’apirenia, il sapore, l’aroma e le proprietà nutraceutiche, nonché la resistenza alle manipolazioni, al trasporto e alla conservazione.
Inoltre, il consumatore è sempre più attento alla salubrità ricercando prodotto ottenuto con processi più sostenibili per l’ambiente e per i produttori stessi. Pertanto, l’innovazione varietale, congiuntamente alle innovazioni dei processi produttivi, con particolare riferimento alla diffusione di nuove tecniche per la gestione colturale e per la razionalizzazione dell’uso dei mezzi tecnici, in grado di aumentare l’efficienza e la sostenibilità economica ed ambientale degli impianti, possono considerarsi la chiave di volta per una produzione all’avanguardia e competitiva negli scenari internazionali.
Il Seminario ha l’obiettivo di presentare l’attività dell’OPAS nel comparto dell’uva da tavola e le finalità della acquisizione del nuovo magazzino di commercializzazione dei produttori aderenti all’OPAS.
Inoltre, con l’apporto di ricercatori e trecnici che partecipano alla realizzazione del Progetto INNOVITIS, verranno illustrate alcune attività in corso di realizzazione nell’ambito del progetto.

PROGRAMMA

Ore 17.00 Saluti Prof. Giovanni Spata Sindaco di Mazzarrone

Dott. Giovanni Verga Sindaco di Licodia Eubea

Dott. Gennaro Velardo Presidente Italia Ortofrutta

Ore 17.30 Attività di ricerca e trasferimento di innovazioni nell’ambito del Progetto Innovitis Mis.16.1 PSR Sicilia 2014/22: una proposta per l’IGP Sicilia uva da tavola

Emanuele Cocchiaro (Moderatore), Editore

Prof.sse Alessandra Gentile, Elisabetta Nicolosi Università degli Studi di Catania

Prof. Rosario Di Lorenzo Università degli Studi di Palermo

Dott. Giovanni Sutera IPA Catania

Dott. Vincenzo Falconi Direttore Italia Ortofrutta

Dott. Antonino Azzaro Innovation Broker del Progetto Innovitis

Prof. Salvatore Barbagallo Presidente CSEI Catania

Ore 19.00 Conclusioni Nunzio Busacca Presidente Organizzazione Produttori Agricoli Siciliani – OPAS

Dott. Dario Cartabellotta Dirigente Generale Assessorato Agricoltura Regione Siciliana

Ore 19.30 Buffet

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.