Gli alunni dell’I.S. Secusio di Caltagirone si classificano al secondo posto alla V edizione del Concorso Internazionale “Uno, nessuno e centomila”

Le classi 4^AL e 5^AL del Liceo Linguistico dell’Istituto Superiore Secusio di Caltagirone, guidati dalla prof.ssa Terry Agrí, hanno partecipato con successo alla V edizione del Concorso Internazionale “Uno, nessuno e centomila”.

Il Concorso è stato indetto dalla Fondazione Teatro Pirandello di Agrigento, in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR), il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (MAECI), il Comune di Agrigento, il Distretto Turistico “Valle dei Templi”, “La Strada degli Scrittori” e l’Accademia di Belle Arti Michelangelo.

Gli alunni, accompagnati dalla docente, sono stati premiati presso il Teatro Luigi Pirandello di Agrigento.

Nello specifico, la classe 4^AL si è classificata al secondo posto con il cortometraggio “L’altro figlio”, adattamento drammaturgico dell’omonima novella di Luigi Pirandello. Di seguito la motivazione della giuria: “Testo e video risultano pregevoli sia per quanto attiene la capacità di rivisitare in modo originale l’opera di Pirandello, sia per la qualità delle immagini. Peraltro, il prodotto finale è certamente intrigante, anche per l’abilità esibita dagli interpreti”. Agli alunni è stata assegnata anche una borsa di studio per un master di scrittura sulla “Sostenibilità” della Treccani Cultura. “L’altro figlio” tratta il dramma di una madre, Maragrazia, che vive nella povertà assoluta perché abbandonata dai suoi figli emigrati in America e l’unico figlio rimasto fisicamente vicino a lei, viene rinnegato perché frutto di una violenza subita. Il tema trattato è quello della violenza carnale che la donna vive come una condanna. Il sentimento che la protagonista prova è quello del rancore per l’uomo che l’ha violentata, al quale si aggiunge la paura di rivederlo vivere nel figlio.

La classe 5^AL con il cortometraggio “Lumie di Sicilia”, adattamento drammaturgico dell’omonima novella di Luigi Pirandello, riceve invece il premio per la migliore sceneggiatura e per il cortometraggio. Inoltre, l’alunna Gaia Laferla riceve anche il premio come migliore performance. “Lumie di Sicilia” racconta la storia di Micuccio Bonavino, umile suonatore di ottavino della banda comunale, che è vissuto per lunghi anni con il ricordo della sua amata Teresina. Quest’ultima, grazie ai sacrifici di Micuccio, ha studiato canto e si è trasferita in una città del nord. Adesso la ragazza si fa chiamare “Sina Marnis” e rinnega le sue origini. La Sicilia è terra di amore e tradizione e dovrebbe essere amata in quanto tale: eppure la donna preferisce allontanarsi da essa dimenticando le sue radici.

“L’altro figlio”

Alunni partecipanti: Martina Arcerito, Giulia Taccia, Gaetano Scimonelli, Simona Brillantino, Tommaso Verde, Giulia Busacca, Sofia Umana, Kawtar Benjalal, Amira Breccia, Filippo La Rocca, Giuseppe Bizzini.

Link al video: https://youtu.be/dRpeefHrOWw

“Lumie di Sicilia”

Alunni partecipanti: Walter Balangiforti, Gaia Laferla, Aneda Gjioncari, Gloria Cucuzza, Emanuela Mazza, Valeria Mangiarratti, Emily Fusari, Nadia Ruffino, Sara Nushi, Martina Giaquinta, Marta Valvo, Palazzolo Erika.

Link al video: https://youtu.be/bfc5gdluc4E

Coordinatore del progetto, soggetto, sceneggiatura, drammaturgia e regia: prof.ssa Terry Agrì.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.