“Diversamente unici”: lunedì 21 marzo la Giornata internazionale per l’eliminazione delle discriminazioni razziali.

Il Comune di Caltagirone, ente titolare dei progetti Sai (Sistema di accoglienza e integrazione) minori stranieri non accompagnati e adulti, in sinergia con gli enti gestori delle comunità di accoglienza Sai di Caltagirone, promuove una serie di iniziative in occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione delle discriminazioni razziali che, istituita nel 2005 dalle Nazioni unite, si celebra il 21 marzo di ogni anno.

Nelle settimane e nei giorni scorsi, all’interno di ciascuna struttura di accoglienza Sai, sono stati effettuati dei laboratori manuali-creativi, che hanno visto coinvolti minori e adulti, guidati da esperte del settore. Protagonisti pure gli alunni di alcune terze classi di secondaria dell’Istituto comprensivo “Alessio Narbone”, con cui, dopo un primo incontro di sensibilizzazione sulle tematiche dell’inclusione e della lotta alle discriminazioni durante il quale gli studenti hanno conosciuto alcuni ospiti delle strutture, è stato avviato un laboratorio grafico-pittorico. Un gruppo di loro, insieme ad alcuni ospiti stranieri, ha realizzato, nella sede dell’istituto, un pannello sul tema dell’inclusione e delle diversità, intese come risorse e opportunità di crescita. Altri alunni si sono dedicati alla creazione di custodie in stoffa che sono state personalizzate in maniera creativa, sotto la guida di alcune docenti e dell’esperta Valentina Inzirillo.

Coinvolti pure alcuni studenti dell’Istituto superiore “Bonaventura Secusio” con incontri di sensibilizzazione e un laboratorio per la realizzazione di un murale su una parete dell’edificio scolastico, in collaborazione con alcuni beneficiari dei progetti di accoglienza Sai e sotto la supervisione di una artista siciliana, Cettina Callari.

Lunedì 21 marzo, in occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione delle discriminazioni razziali dal titolo “Diversamente unici” (seconda edizione), tre gli appuntamenti: alle 9,30, al “Secusio”, la presentazione del murale “Diamo voce alle diversità”; alle 10,15, al “Narbone”, la presentazione de “Il pannello dell’inclusione”; alle 11,15, sulla Scala di Santa Maria del Monte, alla presenza e con i saluti del sindaco Fabio Roccuzzo e dell’assessore al Welfare Patrizia Alario, incontro – confronto e riflessioni sul tema delle discriminazioni, cui seguiranno il flash mob “Diamo una mano all’amicizia” e lo scambio dei manufatti realizzati dagli ospiti stranieri e dagli studenti. “Quello dell’inclusione e della lotta alle discriminazioni – sottolinea l’assessore Alario – è un tema di grande attualità, resa ancora più stringente dalla guerra che si combatte in Ucraina e che, con la consapevolezza di cosa significhi lasciare tutto per sfuggire alle bombe, accresce anche i nostri sentimenti di vicinanza e solidarietà non solo nei confronti delle vittime di questo conflitto, ma anche di tutti i popoli che vivono situazioni simili”.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *