Consiglio comunale: approvato il regolamento per la gestione del Centro per la raccolta differenziata dei rifiuti urbani. Via libera pure al nuovo statuto dell’Aicc e al bilancio consolidato 2020

Il Consiglio comunale, nel corso della seduta di ieri sera, ha approvato all’unanimità – dopo la relazione dell’assessore Claudio Lo Monaco e l’intervento di Vincenzo Di Stefano – il nuovo statuto dell’Associazione italiana città della ceramica (Aicc). Ok con 7 sì e 6 astenuti all’individuazione del perimetro di consolidamento e al bilancio consolidato 2020 (interventi del sindaco Fabio Roccuzzo, che ha parlato di “atto contabile, eminentemente tecnico”, e di Aldo Grimaldi, che ha rilevato come emerga “un quadro difficile”).

Approvato all’unanimità (14 voti favorevoli di altrettanti presenti) pure il regolamento per la gestione del Ccr per la raccolta differenziata dei rifiuti urbani e assimilati, aperto sperimentalmente agli utenti dal 27 dicembre 2021 in via Monsignor Mario Sturzo. Sull’argomento l’assessore Lara Lodato ha illustrato le iniziative promosse in questi mesi dall’Amministrazione, “dall’apertura a dicembre dello stesso Ccr, all’avvio della differenziata al cimitero, all’organizzazione, in maniera stabile e strutturata, della raccolta differenziata al mercato del sabato, alle campagne di sensibilizzazione compresa quella di Kalat Ambiente”,  per portare le percentuali di differenziata, “che a marzo ha raggiunto il 68,19%, stabilmente oltre il 65%, in modo da conquistare la premialità. Tanto resta da fare – ha concluso l’assessore -, ma noi stiamo seminando e contiamo di raccogliere i frutti”.

Il presidente della II commissione Filippo Cillia si è poi soffermato “sull’intenso e proficuo lavoro svolto dalla commissione stessa e dagli uffici”. Valentina Messina ha definito “non corretta” la scelta dell’attuale esecutivo di aprire il Ccr “senza attendere il regolamento”. Anche Aldo Grimaldi ha detto che si sarebbe potuto approvare il regolamento “prima dell’avvio del Ccr”. Francesco Caristia ha ricordato “i meriti della precedente Amministrazione nell’aver creato le condizioni e realizzato un salto di qualità”. Meriti, questi, ribaditi da Luca Distefano (“Sfiorato il 65%”), mentre Vincenzo Di Stefano ha ricondotto l’avvio del percorso al 2009 “con il progetto del Ccr”. Selenia Tutone ha evidenziato “l’attenzione riservata allo smaltimento dei toner”. Dopo l’ok a un emendamento presentato da Grimaldi, il regolamento è stato, infine, varato.

In apertura di seduta l’Amministrazione aveva risposto, anticipando “le iniziative del caso”, alle sollecitazioni di Luca Distefano “per l’auspicata scerbatura” e di Selenia Tutone sulla diffusione del programma di “Buongiorno Ceramica”.

Nella precedente seduta l’assise aveva dato il via libera al regolamento della Consulta dello Sport così come esposto dall’assessore Luca Giarmanà ed emendato su proposta dei consiglieri di opposizione illustrata da Antonio Montemagno. Il Consiglio aveva pure approvato all’unanimità due mozioni: l’una, primo firmatario Aldo Grimaldi, per l’istituzione del Registro comunale delle Disposizioni anticipate di trattamento (Dat) presso il Servizio demografico (accolta la proposta di emendamento di Fabio Interlandi); l’altra, primo firmatario Fabio Interlandi, per Caltagirone “Città cardioprotetta”.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *