Caltagirone, Tutela dell’ambiente e del decoro urbano: dal 1° luglio vietata la somministrazione di alimenti e bevande in materiale monouso non biodegradabile e non compostabile

Il Comune di Caltagirone vieta, dal 1° luglio, l’utilizzo di stoviglie usa e getta non compostabili. Con l’ordinanza sindacale n°43 del 16/06/2022 è stato disposto il divieto di commercializzazione e uso di contenitori e stoviglie monouso (bicchieri, contenitori, mescolatori per bevande, cannucce, piatti e posate) e di shopper in plastica non biocompostabili.

Il provvedimento è rivolto a tutti gli esercizi pubblici di somministrazione di alimenti e bevande presenti sul territorio comunale, che dunque non potranno più dare ai propri clienti alimenti e bevande in materiale monouso non biodegradabile e non compostabile. Il divieto si estende anche ai distributori automatici, ad associazioni ed enti in occasione di eventi, feste e manifestazioni pubbliche di qualsiasi genere.

L’ordinanza ha efficacia a partire dal 1°luglio. Pertanto, sino al 30 giugno, è consentito l’utilizzo delle eventuali scorte di magazzino di materiale monouso non biodegradabile e non compostabile già acquistate dagli esercenti interessati. In caso di inosservanza, ai trasgressori sarà comminata una sanzione pecuniaria da 25 a 500 euro.

“Questa ordinanza – dichiara il sindaco Fabio Roccuzzo – costituisce un importante tassello nel progetto a vocazione ecologista e ambientalista che come Amministrazione abbiamo intrapreso già all’indomani del nostro insediamento. Un’azione concreta di tutela del patrimonio storico-artistico e del decoro urbano dall’abbandono quotidiano di rifiuti di plastica, che ha un impatto estremamente negativo anche sull’immagine e sulla promozione turistica della nostra città.”

“Continua – sottolinea l’assessore alla Transizione ecologica Lara Lodato – il nostro percorso per rendere Caltagirone un Comune Plastic Free. Infatti, vietando l’uso della plastica monouso non compostabile vogliamo contrastare quel consumismo <usa e getta>, di cui la plastica è il simbolo per eccellenza, che tanto nuoce all’ambiente e al decoro urbano e col quale rischiamo di lasciare una pesante eredità alle nuove generazioni!”

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *