CALTAGIRONE. Sabato 16 luglio, si presenta il “Diario di bordo. Cronaca di una pandemia”. 43 artisti, un catalogo e una mostra al MACC Museo di Arte Contemporanea

Sabato 16 luglio, Caltagirone diventa la capitale siciliana dell’arte contemporanea. Ancora una volta più di 50 artisti siciliani si ritroveranno insieme nella città della ceramica, patrimonio dell’Unesco, precisamente nel Salone di Rappresentanza del Municipio di Caltagirone dove, alle ore 17, ci sarà la presentazione dell’atteso catalogo dal titolo “Diario di bordo. Cronaca di una pandemia” (edito da New l’ink), realizzato grazie al generoso contributo degli artisti e degli amici di “Scalamatrice33”, oltre che di Banca Agricola Popolare di RagusaUnipol assicurazioni e Confesercenti.
L’interessante catalogo raccoglie sia le immagini inserite nel catalogo ed esposte nella mostra e sia i testi critici posti a loro corredo.
Oltre ad alcuni artisti che hanno partecipato all’evento, sabato 16 luglio interverranno : Fabio Roccuzzo (sindaco di Caltagirone), Claudio Lo Monaco (assessore comunale alla Cultura), Salvatore Schembari (gallerista ed editore), Giuseppe Cona (ispiratore e anima di “Scalamatrice33”), Rocco Giudice (autore dei testi introduttivi e delle schede critiche dedicate alle opere) e Luca Scandura (Calusca) editore del catalogo e artista.

Successivamente, alle ore 18.30, in via Luigi Sturzo, nel centro storico della città, presso le sale del Museo di Arte Contemporanea di Caltagirone – MACC, si terrà la vernice della mostra che riporta lo stesso titolo del catalogo, “Diario di bordo. Cronaca di una pandemia”.

La mostra è nata dalla circostanza epocale della pandemia, nei giorni del lockdown più rigido che hanno costretto tutti a chiudersi in casa, in una sorta di serrata collettiva dalla vita di relazione, costituendo un fatto inedito nella storia della civiltà, non solo occidentale.
Raccontare e testimoniare il modo in cui è stata vissuta tale situazione, senza precedenti, è stato l’impegno assunto dai tantissimi artisti che hanno aderito all’iniziativa, rispondendo alla lettera-invito che hanno ricevuto nel 2020 da “Scalamatrice33”.
E’ stato così che sabato 16 luglio si ritroveranno ancora una volta pittori e scultori siciliani (e non) di differente estrazione generazionale oltre che stilistica, in occasione di un evento da non perdere, aperto a tutta la cittadinanza, ma soprattutto agli amanti e agli appassionati dell’Arte.

Alla mostra – visitabile al MACC di Caltagirone, dal 17 luglio al 30 settembre 2022, da martedì a sabato, dalle ore 9.30 alle ore 13.30 e dalle ore 17.00 alle ore 19.00) – saranno esposte le opere di ben 43 artisti siciliani (e non) : Turi Aquino, Riccardo Badalà, Salvo Barone, Giovanni Blanco, Maria Buemi, Giuseppe Calderone, Calusca, Giulio Catelli, Ezio Cicciarella, Anna Maria D’Amico, Salvatore Difranco, Alessandro Finocchiaro, Rosario Genovese, Sebastiano Grasso, Santina Grimaldi, Emanuele Guzzardi, Corrado Iozzia, Giovanni La Cognata, Salvatore Lanzafame, Ligama, Carmelo Minardi, Dario Naní, Stefania Orrù, Alfio Pappalardo, Maurizio Pometti, Maurizio Pierfranceschi, Cetty Previtera, Santo Previtera, Marco Privitera, Giuseppe Puglisi, Lucia Ragusa, Filippa Santangelo, Salvatore Santoddí, Federico Severino, Paolo Strano, Angelo Sturiale, Samantha Torrisi, Francesco Trovato, Alice Valenti, Angela Vinci, Salvatore Zimone, Salvo Catania Zingali, Piero Zuccaro. 

Salvo Cona.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *