Caltagirone: rifiuti, ad agosto differenziata oltre il 70%: premialità più vicina

Rifiuti, oltre il 70% di raccolta differenziata a Caltagirone. E’ il dato – per l’esattezza, si tratta del 70,26% – relativo al mese di agosto che. sommato a quelli dei mesi precedenti, porta la media dei primi otto mesi del 2022 al 66,23%.

“Un risultato significativo – commenta il sindaco Fabio Roccuzzo -, che avvicina la premialità (prevista con il 65% come dato medio annuo) e costituisce un forte motivo per proseguire, con impegno e determinazione, lungo la strada intrapresa, puntando a valorizzare il senso di responsabilità dei tanti cittadini che concorrono a questo obiettivo e continuando a contrastare il fenomeno dell’abbandono indiscriminato dei rifiuti che determina un impatto negativo non solo da un punto di vista ambientale, ma anche economico”.

“Abbiamo messo in campo – sottolinea l’assessore alla Transizione ecologica Lara Lodato tutta una serie di azioni come l’apertura del Centro comunale di raccolta (Ccr), l’avvio della raccolta differenziata al cimitero, gli interventi per rendere stabile e strutturale la differenziata al mercato, la campagna di sensibilizzazione intitolata <Sei tu che fai la differenza: a tuo figlio regala il futuro!>. Dunque stiamo andando nella direzione giusta e il nostro obiettivo è quello di rendere stabile e aumentare ulteriormente la percentuale raggiunta. Questo ci consentirà di concorrere al meccanismo di premialità stabilito dalla Regione e rivolto ai Comuni che superano la soglia del 65%; premialità che reinvestiremo per il potenziamento del servizio di raccolta”.   

“Anche il Comune capofila dell’ATO – si evidenzia da Kalat Ambiente – raggiunge importanti risultati, in linea con gli obiettivi di tutto il territorio. Nel mese di agosto, grazie al contributo di tutti, la raccolta differenziata supera la soglia del 70% e si consolida l’obiettivo del 65% come dato medio dell’anno. Bisogna continuare su questa strada per mantenere alto il livello di raccolta differenziata e migliorare la qualità”.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *