Caltagirone entra a far parte del Cidac, la rete delle città d’arte e cultura italiane

Il Comune di Caltagirone, con specifica delibera approvata dalla Giunta municipale, entra a far parte dell’associazione Cidac (Città d’arte e cultura), che opera in stretta sinergia con l’Anci e riunisce un folto numero di città d’arte e cultura italiane (in Sicilia, oltre a Caltagirone, soltanto Siracusa) che condividono l’obiettivo di “costruire una rete in grado di esaltare le possibilità di cooperazione, invenzione e circolazione della cultura di ciascun territorio, per garantire una gestione del patrimonio storico-artistico più efficace, ottimizzando le risorse disponibili”.

“Caltagirone – sottolinea l’assessore alle Politiche culturali Claudio Lo Monaco – aderisce a questa associazione, che opera da più di 20 anni per promuovere le città medie e piccole costituenti il tessuto dell’offerta culturale italiana – con la consapevolezza del ruolo avuto nei secoli nel cammino della Grande Bellezza e di quello che può continuare a svolgere. Ciò avviene nel ventennale dell’inserimento della città e del Val di Noto nella lista Unesco e del conseguente riconoscimento del titolo di patrimonio dell’umanità”.

“Per Caltagirone – dichiara il sindaco Fabio Roccuzzo – entrare a far parte di reti nazionali di città e condividere processi virtuosi è fondamentale perché comporta la possibilità di sperimentare innovative modalità di produzione culturale nel segno delle buone pratiche e di creare nuove forme di collaborazione, partecipando a progetti e ad altre iniziative nazionali in grado di qualificare e migliorare la propria offerta culturale”.

Assessore alle Politiche culturali del Comune di Caltagirone

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.